Case History Flyability ELIOS2

Come ispezionare un canale di adduzione di 60 cm di sezione ed un’estensione sotterranea di 1,5 km, che porta le acque da un torrente ad una diga, in una centrale idroelettrica?

Il canale costruito negli anni cinquanta non era mai stato ispezionato, se non in alcuni brevi tratti, ai quali è possibile accedere dalle botole di servizio compiendo ispezioni visive limitate a pochi metri. Ovviamente ciò non è sufficiente ad accertare con buon grado di precisione l’entità e la localizzazione dei danni subiti dalla struttura nel corso degli anni.

Oltre agli ammaloramenti subiti dalla struttura nel corso del tempo, resi evidenti da vistose perdite d’acqua lungo il percorso, in tempi recenti una frana ha ulteriormente danneggiato un lungo tratto del canale.

Soltanto l’impiego del drone Elios2, progettato da Flyability per spazi confinati e pericolosi e suggerito da AEMME Surveying ai tecnici del Politecnico di Torino DIATI , per intervenire al fianco di IREN SpA nella centrale idroelettrica di Caselle in Pittari (SA), ha permesso di ispezionare l’intero canale tra una botola e quella successiva, compiendo singoli tratti di ispezione di oltre 80m, dei quali i tecnici presenti il loco hanno avuto visione in real time delle condizioni della struttura e delle ostruzioni procurare da detriti e radici penetrate attraverso le crepe. I filmati acquisiti con risoluzione 4K, a 30 fotogrammi al secondo da 3840×2160, hanno fornito immagini chiarissime dell’intero corso del canale, nonostante non sia stato possibile aspirare tutta l’acqua presente nel medesimo, successivamente alla sua chiusura, necessaria allo svolgimento delle operazioni.

L’innovativo sistema di illuminazione intelligente da 10K lumen, di cui è stato dotato Flyability Elios2, si è dimostrato straordinariamente utile all’acquisizione delle immagini che documentano con chiarezza gli ammaloramenti, così come la camera termica che ha acquisito ottime immagini termiche sovrapponibili a quelle RGB.

I 7 sensori di stabilità a bordo di Flyability Elios2 lo hanno reso molto più docile e stabile della precedente versione. La stabilità dell’immagine che ne deriva, ha permesso una visione altamente qualitativa dell’intero percorso.

La buona autonomia delle batterie LiPo da 5200 mAh di Elios2 ha permesso di effettuare singoli voli da 10’, nel corso dei quali sono stati superati tratti alquanto impegnativi per la presenza di curve a gomito.

I dati acquisiti sono stati memorizzati su una SD da 128 GB, per la successiva analisi con il software Flyability Ispector, che permette di ottenere misure 2D, disegnando linee sulle immagini.

Grazie all’eliminazione della gabbia davanti alla fotocamera, soluzione adattata su Flyability Elios2, non si è solo ottenuta un’ispezione video di qualità molto elevata e senza istruzioni, ma sarà possibile effettuare una e post elaborazione dei dati in Pix4D, che permetterà la creazione di un dettagliato modello 3D del canale.

AEMME Surveying è orgogliosa di aver organizzato questa missione Flyability, conclusasi con grande successo, grazie anche alla competenza ed attenta valutazione dei rischi del pilota e Training Manager di Flyability Charles Rey, al quale va il nostro sincero ringraziamento, insieme a quello che facciamo al Politecnico di Torino DIATI ed IREN SpA Torino, per aver creduto fin dall’inizio nella soluzione.

Spread the love